L’olio usato per friggere inquina?

Diversi articoli hanno trattato il problema dello smaltimento dell’olio per friggere; secondo molte fonti, infatti, l’olio alimentare utilizzato per friggere, e non adeguatamente smaltito, provocherebbe diversi danni all’ambiente, anche gravi. L’olio consumato disperso nell’ambiente e smaltito attraverso il lavandino, infatti, rappresenta una forte forma di inquinamento per il terreno, la flora, fauna, l’acqua e anche per i filtri dei depuratori e le linee fognarie in generale.

Un aspetto importante è quello del corretto smaltimento domestico; molto spesso, infatti, i consumatori non sono informati sulle giuste abitudini da seguire, in questi casi; in genere, l’olio per la frittura viene versato nello scarico del lavandino o nel wc, invece di essere lascato raffreddare e poi raccolto, separatamente.

Tuttavia, nonostante l’elenco dei possibili danni, non vi sono ricerche scientifiche o studi particolari che possano avvalorare la tesi della forte carica inquinante dell’olio; non è ancora chiara l’entità dei presunti danni e non vi sono studi ai quali riferirsi.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi